Il treno di Quasimodo

Messina, dopo il disastro del sisma del 28 dicembre 1908: mentre in città si lavorava per recuperare i corpi, il porto era un viavai di navi d’ogni nazionalità che depositavano vettovaglie, coperte, tende e imbarcavano migliaia di superstiti imploranti aiuto.
Altrettanto alacremente lavorava il treno che viaggiava lungo il binario Catania-Messina, portando i viveri e i vestiti raccolti dai comitati cittadini, nuova manodopera e tecnici per ripristinare i servizi di comunicazione interrotti dal sisma.
Fra questi ultimi c’era Gaetano Quasimodo, un capostazione staccato dalla sede di Ragusa e spedito a Messina per cercare di ripristinare la rete ferroviaria distrutta. Purtroppo gli alloggi che potevano garantire sicurezza d’abitabilità erano assai carenti, cosicché Gaetano, che aveva portato con sé la sua famiglia, la moglie Clotilde Ragusa e il piccolo Salvatore, si trovò costretto a vivere in un vagone presso un binario morto vicino la stazione. Il figlio Salvatore aveva appena sette anni e in quelle macerie visse tutta la sua infanzia.
Il futuro premio Nobel si diplomerà nel 1919 presso il Regio Istituto Tecnico Professionale e Industriale di Messina, con il titolo di geometra, e stabilirà le prime amicizie con personalità come Giorgio La Pira e Salvatore Pugliatti, noti giuristi.
In occasione dei novantanni del padre e dei cinquanta del terremoto, Salvatore Quasimodo (Modica, 20 agosto 1901 – Napoli, 14 giugno 1968) scrisse una toccante poesia che, a buon titolo, diventò testimonianza sincera di quei giorni terribili: Al padre [da La terra impareggiabile (1955-1958)]

Annunci

1 Commento (+aggiungi il tuo?)

  1. Parco Letterario Quasimodo
    Ott 26, 2016 @ 05:35:50

    Ritengo che per l’autore ed i lettori sia importantissimo visitare il Parco Letterario Quasimodo che si trova a Roccalumera , luogo d’origine della Famiglia Quasimodo .
    http://www.parcoquasimodo.it
    Da visitare anche la pagina Facebook

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: