I documenti pergamenacei ritrovati a Termini Imerese e la Chiesa di Santa Maria della Grotta di Palermo e di Marsala

– I documenti, estratti dal Tabulario dell’Abbazia greca di S. Maria della Grotta di Palermo, narrano, tramite scritture private, della funzione esercitata dall’Abbazia greca in una Palermo araba, ebrea e cristiana, nel tumultuoso momento di transizione della Sicilia dal mondo orientale a quello occidentale, fino alla concessione del titolo di abate commendatario perpetuo alla Compagnia di Gesù, avvenuta nel 1552 sotto l’imperatore Carlo V su impulso del Vicerè Giovanni de Vega. Altro